HomeUltimo minutoEuropei, Turchia nel gruppo A: statistiche e curiosità

Europei, Turchia nel gruppo A: statistiche e curiosità

La nazionale di Gunes si affida alla coppia campione di Francia e agli “italiani” Calhanoglu e Demiral

Nicolò Delvecchio

4 giugno
– Milano

La nazionale di Ankara si è guadagnata la qualificazione a questo Europeo con personalità, arrivando al secondo posto nel girone della Francia (con soli due punti in meno) ma senza mai perdere contro i campioni del mondo: 2-0 in casa, 1-1 a Parigi. La nazionale di Gunes ha fatto bene anche nelle prime partite delle qualificazioni a Qatar 2022, con un bel 4-2 rifilato all’Olanda: risultati che hanno parzialmente riscattato un 2020 pessimo, in cui la squadra è retrocessa nella terza divisione della Nations League. La selezione di Ankara è una squadra tosta e aggressiva, e ha tutte le carte in regola per essere la sorpresa dell’Europeo: il 4-2-3-1 di base, all’occorrenza 4-1-4-1, è difficile da scalfire, e nelle 10 partite di qualificazione ha subito solo 3 gol, la metà della Francia. Tolta la partita inaugurale, poi, giocherà le altre due gare del girone a Baku, davanti a un pubblico che farà tifo compatto per lei. Guai a sottovalutarla.

L’allenatore

La sfida di Gunes

Senol Gunes, 69 anni, è alla sua seconda esperienza in nazionale. Nella prima, dal 2002 al 2004, ha portato la Turchia a ottenere i migliori risultati della sua storia, cioè i due bronzi al Mondiale di Corea-Giappone 2002 e alla Confederations Cup 2003. Da portiere ha vinto 18 trofei tra gli anni ’70 e gli ’80, da allenatore ne ha vinti 8 tra cui due campionati col Besiktas. È tornato sulla panchina della Mezzaluna nel 2019, dopo la parentesi negativa di Mircea Lucescu.

All’Europeo

I precedenti

1996 gironi; 2000 quarti; 2008 semifinale; 2016 gironi.

La stella

Yilmaz, il professionista del gol

Burak Yilmaz, 35 anni. Il giocatore più in vista non può che essere lui, decisivo nella vittoria del Lilla in Ligue 1 per la prima volta in 10 anni. Lo ha fatto a suon di gol (16), il suo pane quotidiano. In patria ha giocato per le tre grandi di Istanbul, prendendosi la scena soprattutto con il Galatasaray, con cui ha vinto due campionati. In nazionale ha segnato 28 gol in 66 presenze, e ultimamente ha punito l’Olanda con una tripletta.

La sorpresa

Yazici, l’anti-Milan

Yusuf Yazici, 24 anni. Con Yilmaz ha condiviso la grande stagione nel Lilla, impreziosita da sette gol in Ligue 1 e altrettanti in Europa League, tra cui una tripletta a San Siro contro il Milan. Centrocampista offensivo, esterno o trequartista, è uno dei giocatori cui prestare particolare attenzione nel torneo.

Come gioca (4-2-3-1)

La formazione

Cakir; Celik, Söyüncü, Demiral, Meras; Yokuslu, Tufan; Karaman, Calhanoglu, Yazici; Yilmaz.

11/06 Turchia-Italia (Roma), 16/06 Turchia-Galles (Baku), 20/06 Svizzera-Turchia (Baku).

La rosa

Da Calha a Demiral, 4 “italiani”

Portieri: Altay Bayındır (Fenerbahçe), Mert Günok (İstanbul Başakşehir), Uğurcan Çakır (Trabzonspor).

Difensori: Zeki Çelik (Lilla), Çağlar Söyüncü (Leicester), Kaan Ayhan (Sassuolo), Merih Demiral (Juventus), Mert Müldür (Sassuolo), Ozan Kabak (Liverpool), Rıdvan Yılmaz (Beşiktaş), Umut Meraş (Le Havre).

Centrocampisti: Yusuf Yazıcı (Lilla), Dorukhan Toköz (Beşiktaş), İrfan Can Kahveci (Fenerbahçe), Okay Yokuşlu (West Bromwich), Orkun Kökçü (Feyenoord), Ozan Tufan (Fenerbahçe), Taylan Antalyalı (Galatasaray), Hakan Calhanoglu (Milan).

Attaccanti: Burak Yilmaz (Lilla), Cengiz Under (Leicester), Enes Unal (Getafe), Abdulkadir Omur (Trabzonspor), Kerem Aktürkoğlu (Galatasaray), Halil İbrahim Dervişoğlu (Brentford), Kenan Karaman (Fortuna Düsseldorf).

ARTICOLI CORRELATI
Continue to the category