HomeUltimo minutoJuve, la squadra Cherubini: da Tognozzi e Manna a Chiellini, i suoi...

Juve, la squadra Cherubini: da Tognozzi e Manna a Chiellini, i suoi uomini

I suoi punti di riferimento sono Nedved e Pessotto. Ecco la “squadra” del nuovo responsabile dell’area sportiva e chi è destinato a una promozione

Federico Cherubini negli ultimi anni è stato il trait d’union tra prima squadra e settore giovanile, nella struttura dirigenziale della Juventus. Le sue annate in bianconero, nella quotidianità, le ha trascorse soprattutto accanto a due bandiere del club: Gianluca Pessotto prima e Pavel Nedved dopo. Nell’ultimo periodo lo si è visto praticamente in ogni uscita pubblica accanto al vice presidente: un confronto continuo, certamente utile. Con la promozione di Cherubini in prima squadra, a ottobre scorso, aveva fatto il salto pure Paolo Morganti, responsabile dell’organizzazione delle operatività relative al gruppo: dalla segreteria alla logistica.

LA SQUADRA —  

Cherubini ha avuto un ruolo centrale nella riorganizzazione del settore giovanile e soprattutto nel progetto Club 15, ancor prima di far nascere la seconda squadra Under 23. Ha lavorato quasi in parallelo – con grande armonia e collaborazione – alla struttura dello scouting, che veniva seguita personalmente da Fabio Paratici. Qui i volti principali sono due: Matteo Tognozzi, che ha scovato tanti talenti in giro per il mondo, e Mattia Notari, che fin qui ha badato soprattutto ai contesti giovanili nazionali. Mentre Claudio Chiellini ha preso in mano a un certo punto i giocatori in prestito, primo incarico di Cherubini al suo arrivo in Juventus nel 2012: ruolo fondamentale per dare continuità – e dunque valore – ai talenti costruiti in casa. Giovanni Manna, invece, negli ultimi due anni è stato uomo mercato e dirigente di riferimento prima in Primavera e poi in seconda squadra.

PROMOZIONE—  

Proprio Manna, ex direttore del Lugano, potrebbe ora guadagnare una promozione: continuando a occuparsi di mercato ma con una maggiore vista sulla prima squadra. Oltre a lui, apprezzato per il modus operandi in questi anni, dovrebbe salire Matteo Tognozzi, aumentando le sue responsabilità sulla struttura scouting. Anche in questo caso si tratta di un ringiovanimento della struttura: Manna è un classe 1988, Tognozzi 1987.

SVILUPPO —  

Nell’ultima stagione si è aggiunto alla squadra dirigenziale Marco Storari, che supporta i giocatori nel loro percorso di crescita: un’altra figura innovativa che la dice lunga su quanto si lavori sui dettagli all’interno della struttura. Mentre Gianluca Pessotto, figura storica del settore giovanile, ha svolto l’attività di coordinatore di tutte le squadre, dall’Under 23 in giù. Infine Massimiliano Scaglia, che dall’estate del 2017 ha preso il testimone di Cherubini a capo del settore giovanile.

ARTICOLI CORRELATI
Continue to the category