HomeUltimo minutoBenevento-Crotone 1-1: gol di Lapadula e Simy. Espulso Golemic

Benevento-Crotone 1-1: gol di Lapadula e Simy. Espulso Golemic

Il Crotone pareggia nel finale in 10 contro 11 (espulso Golemic) il gol di Lapadula e gela il Vigorito: il Cagliari è al sicuro, mentre al Torino basta un punto nelle ultime due partite

Simy spegne il sogno del Benevento che si ritrova beffato al 93’ dal ventesimo gol in campionato del nigeriano. Ora se il Torino farà punti nel recupero di martedì a Roma contro la Lazio la retrocessione della squadra di Pippo Inzaghi sarà aritmetica prima di giocare l’ultima gara contro i granata. Ancora una volta lo stadio di casa si rivela un incubo visto che i giallorossi non hanno mai vinto in questo 2021. E dire che il vantaggio era arrivato presto, poi gli avversari rimasti in 10 per oltre 70’. Ma Lapadula e compagni hanno fallito più volte il raddoppio e in una delle poche azione pericolose degli avversari hanno subito il clamoroso 1-1 che fa esultare più a Torino che a Crotone.

Assetti cambiati—  

Pippo Inzaghi torna all’albero di Natale e punta sul fidato esterno Letizia, anche se non è al meglio. Cosmi conferma in linea di massima la squadra che giovedì ha battuto il Verona, dovendo rinunciare a Messias e schierando in porta Festa al posto di Cordaz. Schieramenti che durano poco perché nella prima mezz’ora succedono episodi decisivi. Il Benevento parte a spron battuto ed è soprattutto la spinta da sinistra di Letizia a fare la differenza. E infatti su un cross del napoletano Hetemay di petto fa un blocco cestistico per Lapadula il cui diagonale di destro è eccellente. Corretta la lettura di Giacomelli, confermata dal Var nonostante le proteste calabresi: tocco di petto e non di braccio. Pochi minuti dopo però si sono infortunati in sequenza prima Ionita (ginocchio destro) e poi Depaoli (spalla destra) per cui Inzaghi è costretto a inserire Improta e Tuia, spostando Barba a sinistra e Letizia a destra. Ma va peggio a Cosmi perché su un rilancio lungo Marrone salta a vuoto e su Lapadula che corre verso la porta, Golemic non trova di meglio che travolgerlo a un passo dall’area. Giacomelli decide correttamente per l’espulsione e Crotone ridisegnato con un 4-4-1. Comunque i padroni di casa tengono il pallino e vanno vicini al raddoppio smarcando due volte i propri uomini ma sia su Schiattarella, sia su Lapadula, Festa è bravo a restare in piedi e a salvarsi in entrambe le occasioni.

Ritmo lento—  

Nella ripresa – complice un po’ di caldo – il ritmo cala. Perché il Benevento resta basso per non lasciare spazi alle accelerazioni pericolose di Ounas. La tensione resta alta per i sanniti che si giocano tutto e vanno più volte vicini al raddoppio ma Lapadula e compagni arrivano poco lucidi alla conclusione. Cosmi ci prova cambiando quasi tutta la mediana per dare maggiore freschezza, ma il Crotone non punge. Nel finale infortunio per Ounas sostituito da Dragus, che si inventa in chiusura l’azione del pari sfondando sulla destra, palla per Pereira che riesce a farla filtrare in mezzo per Simy che la mette dentro. Il Benevento prova anche di riversarsi nell’area avversaria, disperatamente, ma Festa para l’ultimo guizzo di Glik.

ARTICOLI CORRELATI
Continue to the category