HomeUltimo minutoAdli, tecnica ed estro: il Milan ha messo nel mirino il 're'...

Adli, tecnica ed estro: il Milan ha messo nel mirino il ‘re’ della Ligue 2

Fra gli obiettivi di mercato rossoneri c’è anche il 21enne centrocampista offensivo del Tolosa, eletto miglior giocatore del torneo cadetto francese. Prezzo? Sui 15 milioni: da negoziare

Tecnica, dribbling, duttilità tattica. In una parola: Adli. Amine di nome, di anni 21 e di buona prospettiva. Grazie al Tolosa dove è cresciuto e si è fatto spazio. Più quest’anno, in Ligue 2, dopo gli esordi timidi della scorsa stagione in Ligue 1, conclusa con una retrocessione. Ma nella serie cadetta, il centrocampista offensivo si è imposto non solo come il miglior giocatore del torneo, ma anche come elemento da prenotare. Ne sa qualcosa il Milan che si sta muovendo in anticipo, anche se la concorrenza è feroce.

Maturità—  

Per il tifoso del Barcellona, c’è la fila. Inevitabile dopo 8 reti e 7 assist che permettono al Tolosa di giocarsi un posto ai play-off, per tornare subito nel massimo campionato. Un obiettivo per la società di proprietà del fondo americano Redbird che dopo la bocciatura collettiva della scorsa annata, ha ricostruito puntando sui giovani. Alla Adli, appunto, arrivato nel club a 15 anni e fatto maturare senza pressioni in uno dei migliori centri di formazione del Paese.

Estro—  

Il ragazzo, sotto contratto fino al 2022, piace molto anche in Germania, ma pure al Marsiglia. Il Milan però si è posizionato bene per prenotare un giocatore che ha iniziato a dare i primi calci al pallone a 5 anni a Pezenas, passato per il Beziers, e ormai paragonabile all’estroso Ben Arfa, per tecnica e creatività. Adli può esprimersi sulle fasce, da ala pura ma anche da mezzala. Anche se poi il ruolo preferito è quello da numero 10, dietro gli attaccanti.

Margini—  

Già nel giro delle giovanili francesi (U18), il mancino di origine marocchina sa che deve migliorare dal punto di vista atletico, “per gestire meglio l’impatto degli avversari”, e mentale sotto porta, “per essere più lucido e freddo nell’ultimo atto”. Margini di progressione su cui lavora con dedizione dopo gli allenamenti, per evitare infortuni, dopo aver superato qualche problema fisico e di pubalgia. Il cartellino indica la cifra di 15 milioni. Da negoziare.

ARTICOLI CORRELATI
Continue to the category